Quanto sto scrivendo potrei intitolarlo “Sogni Di Gloria” e tutto, rigorosamente, con la lettera iniziale maiuscola.

Mentre batto sui tasti – almeno in questa occasione perché spesso scrivo a penna poi riporto sul computer – nella mia cucina c’è il profumo del curry che ho aggiunto ai bocconcini di pollo insieme a pezzetti di mela: la cena insomma!

E non so se è l’aroma delizioso del cibo o l’entusiasmo che mi sta prendendo per questo diario, ma la mia fantasia ha iniziato a volteggiare sopra lo spazio che occupa il blog e poi ha preso a vorticare, impazzita. E lo faceva sul futuro di queste pagine immaginando il momento in cui verranno rincorse dall’editore deciso a farle pubblicare. Insomma un Diario di tutto rispetto. E famoso.